Armonia meccanica in Leonardo da Vinci

L’influenza di Leonardo nella scienza delle costruzioni e nella musica

2 May 2019
17:30 - 19:30
 
Via Ugo Bassi 7
Bologna
 
Art
 

L'EVENTO

«La meccanica è il paradiso della matematica perché qui se ne possono cogliere i frutti»: così si riflette la grande passione di Leonardo da Vinci per la scienza meccanica che ha reso possibile lo sviluppo della società moderna.

Nel giorno esatto in cui cade il cinquecentenario della morte del grande genio ed artista, l'Associazione musicale Conoscere la Musica propone, negli spazi di Net Service Digital Hub, un incontro volto a coinvolgere i partecipanti in considerazioni inedite sulla visione leonardesca di un ramo della meccanica, la Scienza delle Costruzioni. Questa permette il calcolo della resistenza delle strutture (ponti, edifici, impalcature) quando soggette a forze esterne, per esempio quelle generate durante un terremoto. Le idee di Leonardo verranno paragonate a quelle del genio pisano considerato il fondatore della disciplina, Galileo Galilei. Nel corso della serata, alle spiegazioni di uno scienziato, coadiuvate da immagini, filmati e dimostrazioni su modelli in scala, si affiancheranno non solo presentazioni di un musicista accompagnate da esecuzioni pianistiche di brani attinenti, ma anche presentazioni ed esecuzioni che collegheranno le intuizioni leonardesche alle innovazioni nel linguaggio musicale della cultura occidentale.

Il fine ultimo dell’evento è quello di spiegare, in forma semplice e divulgativa, le influenze che il genio visionario di Leonardo ha esercitato durante i secoli sia in un campo scientifico fondamentale per lo sviluppo della nostra società, sia in ambito musicale. La sua concezione del mondo, infatti, non è solo attuale, bensì esprime una intensa consapevolezza della dimensione umana nella sua totalità e profondità emotiva.

Speaker

Giuseppe
Modugno

Pianist

Diplomato in pianoforte presso il Conservatorio di Bologna e laureato al DAMS, Giuseppe Modugno si esibisce regolarmente in tutto il mondo per le più prestigiose Istituzioni. Il suo repertorio è frutto di una continua e appassionata ricerca e intessuto di accostamenti inediti. Da anni, i suoi interessi lo portano a organizzare cicli di conferenze-concerto dedicati agli autori e ai problemi storico estetici del grande repertorio. Modugno è stato diverse volte ospite, in veste di pianista, di trasmissioni RAI con Corrado Augias, con il quale ha registrato sedici DVD sui grandi compositori per La Repubblica e L’Espresso. Dal 1994 è membro dell’Accademia Filarmonica di Bologna, di cui è stato per anni Consigliere Artistico, mentre nel 2004 gli è stato conferito il Diploma Honoris Causa dalla Australian Society of Musicology and Composition. È inoltre Segretario Artistico dell’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado fin dalla sua fondazione (2014) e compare tra gli ideatori e organizzatori dell' Accademia collegara dell’Orchestra Mozart. Ha inciso per Nuova Era, Hermitage, Tactus e Concerto, proponendo tra l’altro prime registrazioni assolute di inediti di Mendelssohn e Haydn. Giuseppe Modugno è inoltre titolare della Cattedra di Pianoforte principale presso l'Istituto Musicale Vecchi-Tonelli di Modena.

Davide
Bigoni

Scienziato

Scienziato, Davide Bigoni si occupa da anni di Meccanica dei Solidi e delle Strutture. Il suo stile di ricerca si basa su una visione molto ampia della meccanica in cui vengono combinate modellazione matematica, simulazione numerica e sperimentazione. Dal 2001 Davide Bigoni è Professore Ordinario alla Università di Trento, dove coordina un gruppo di ricercatori di eccellenza e due laboratori. È autore e co-autore di oltre 120 articoli pubblicati su riviste scientifiche internazionali e di un libro di Meccanica dei Solidi non lineare (Cambridge University Press). Nel 2009 è stato eletto Euromech Fellow (dalla European Mechanics Society), nel 2012 ha ottenuto il Ceramic Technology Transfer Day Award (promosso da ACIMAC e ISTEC-CNR) e, nel 2013, ha ricevuto un ERC Advanced Grant dall’European Research Council per la Ricerca. Nel 2014 è stato inoltre insignito del titolo di Dottore Honoris Causa alla Ovidius University di Constanta, mentre nel 2016 ha ricevuto il premio Panetti-Ferrari per la Meccanica Applicata (dalla Accademia delle Scienze di Torino). Bigoni è infine co-editore del Journal of Mechanics of Materials and Structures, Associate Editor della rivista Mechanics Research Communications, ed è possibile trovare la sua firma nell’Editorial board di sette riviste scientifiche internazionali.